nihilest
Cenni sull'occulto

Introduzione

In questa sezione si tratta il tema dell'occulto in generale, considerandolo come interazione di probabilità nella continuità logica esistenziale. Una conoscenza a se stante che per definizione è riservata agli “adepti”, ma che qui viene esposta come una premessa e quindi la parte essoterica della faccenda.

Ci si pone su di un piano collaterale (il mondo sottile) a quello contingente che fa da cuscinetto non del tutto ermetico con quello assoluto immoto, rendendo possibile la frattura di consequenzialità, dando vita a fenomeni paranormali che sono tanto più possibili quanto più coerenti con il piano relativo. Si potrebbe anche considerare una interazione tra le realtà parallele, che possono influenzarsi quanto più sono vicine e la vicinanza è determinata dalla similarità delle probabilità congruenti.

Un fattore determinante per la manifestazione del non ordinario è la consapevolezza collettiva temporale, pertanto in un progresso sociale profondamente positivista i fenomeni di tal genere sono profondamente inibiti. Una ricerca interiore volta alla conoscenza del mondo sottile è quindi limitata generalmente ad una esperienza intima non condivisibile. Il che fornisce senza dubbio delle titubanze di accettazione.

Le argomentazioni fanno riferimento alle sezioni Metafisica e Contingente.