nihilest
Cenni sull'occulto

Il lato oscuro

Comunemente si tende ad identificare l'oscurità con il male (o viceversa). Infatti si parla di magia bianca se tende al bene o magia nera se tende al male, pertanto l'affermazione di un lato oscuro che è parte di ognuno di noi mette un po' a disagio. Ma in verità la presenza di un lato oscuro non rappresenta una manifestazione etica ma una componente umana che semplicemente può considerarsi invisibile, celata ai sensi e quindi oscura. Ovviamente essa è influenzata dalla moralità dell'io, la prevalenza di malvagità o benevolenza dipende dalla tendenza personale, che possibilmente non si rivela ad un livello tangibile a causa dell'inibizione del contesto sociale. Per tale motivazione è vero che nel lato oscuro siano maggiormente presenti quei sentimenti negativi che non sono ammessi nella manifestazione della persona e quindi repressi e confinati in un'area che sicuramente è sita nella parte oscura.
Ma in senso più ampio e più corretto, l'occulta componente l'essenza individuale consta di energia vitale che per sua stessa costituzione valica i limiti del mondo sensibile. Volendo estremizzarla, si potrebbe dire che è quanto rende l'uomo ciò che è, non nel senso dell'io personale ma come forma esistenziale, elevandolo a qualcosa di superiore ad una semplice forma di vita organica, arricchendolo con i principi ispiratori, le emozioni, la curiosità.
Il lato oscuro sfugge alla regola del reale positivo, possiede la potenzialità di accedere al mondo sensibile. Il modo più semplice è il pensiero, esso è libero (teoricamente). Ed in alcuni casi, la connessione al mondo sottile permette di intervenire sulla materia e relativi eventi. Ciò avviene con frequenze rade e di consistenza ridotta, talvolta facendo uso di mezzi esterni, che in realtà in se non hanno alcun potere, ma assumono un valore catalizzante, oppure con la concentrazione e determinazione mentale. Purtroppo negli individui malvagi, offre delle malsane opportunità, che potrebbero si anche essere percepite come fatti ben evidenti, ma in verità è più facile che la negatività orientata procuri nel bersaglio di tale energia una tendenza a fatti spiacevoli. Questo caso purtroppo è quanto affascina maggiormente a causa della pessima natura umana e spinge alla scoperta di “magie” eseguibili (tanto per fare un esempio del mistificato settore nella comune banalità: anche un sortilegio o filtro d'amore è un rituale magico che stimola interesse e altro non è che una egoistica violenza nei confronti della libertà altrui). Ma il lato oscuro consente delle potenzialità molto più elevate permettendo uno sguardo nel soprasensibile e lasciando che la parte cosciente possa intuire verità e mondi estranei a quello reale dei sensi. E' la parte nobile della persona, ma purtroppo esso non è distaccato dalla fisicità e pertanto mantiene dei parametri di essa che includono anche le bassezze umane. Al contrario offre anche l'opportunità di illuminazione e santità.