nihilest
Cenni sull'occulto

Creature soprannaturali

Nel mondo sottile non si ha soltanto il riscontro dei flussi energetici individuali, ma anche quelli costituiti dalla sinergia di essi stessi. Ovvero sentimenti e concetti, più o meno fantasiosi, determinano entità che prendono una forma a se stante. Sono le ideoforme. Le ideoforme sono infinite rappresentazioni di infinite forme energetiche esistenziali, prodotte dallo stesso atto del pensare, che non assumono una dimensione ma che coesistono ad un livello ultrasensibile, il mondo sottile appunto.
Sono potenzialità di ideali, timori, aspirazioni, desideri e quanto possa essere causa di flusso energetico sottile. Assumono una forma eterica estrinseca e intervengo in direzione indipendente ed anche opposta alla loro genesi, con un potere che è invisibile ma spesso più che rilevante. Quella forza che non si può controllare, che viene da dentro che spinge a compiere atti incredibili, oppure quella sfiga incomprensibile, ingiustificabile, persecutoria. Il prendere atto di tali entità ha spinto alcuni umani a far uso della “magia”, nel senso di rivolgersi a tali entità al fine di ottenere un risultato che nell'ordine causale non dovrebbe esistere.

La magia bianca e nera hanno dei riferimenti ben interpretati a mezzo della figurativa di angeli o demoni, di bene e male. Che la “magia” non esista è un atteggiamento superficiale ma di cui in realtà non si ha autentica convinzione e sebbene tale atteggiamento di negazione sia più che lecito tralascia dei fattori rivelatori che incidono su azioni ed eventi quotidiani: chiunque svolge dei gesti scaramantici, piccoli riti propiziatori e riflettendoci su, anche il semplice “speriamo che” invoca l'entità soprasensibile che accompagnerebbe ad un esito favorevole. Per non parlare del rivolgersi a divinità con preghiere e suppliche miranti ad ottenere modifiche nello svolgimento degli eventi (chiedere o sperare che un fatto si svolga in un determinato modo piuttosto che altri è già un desiderio di modifica che richiede l'alterazione dello scorrere reale degli eventi, quindi un evento soprannaturale).

Come in qualsiasi attività umana, tutto ciò ha comportato una fascia di furbi sfruttatori e speculatori da una parte ed una fascia di creduloni fragili o molto disperati, dall'altra. Fintanto che si voglia interpretare con figure metaforiche determinate forze, fintanto che dei catalizzatori vengano classificati come amuleti o sortilegi ed accettando l'uso della suggestione come metodo di risanamento da uno stato non desiderato, le cose possono anche non essere tanto turpi, anzi facendo uso di un metodo che rende il soprannaturale comprensibile alla mente umana si possono favorire benefiche azioni (intellettive) autogene ma ispirate. Piuttosto, al contrario, trarre con inganno illusorio un profitto ingiustificato ed eccessivo quale unico scopo, è certamente condannabile senza alcuna remora.

In relazione al piano esistenziale si possono considerare quindi le creature soprannaturali come generate dallo stesso pensiero, ma possono anche rappresentare archetipi della stessa esistenza, come il divenire, fondamento del male e principi di coerenza globale, come i fenomeni naturali.
Tutto ciò che è una idea, un concetto astratto, nello stesso tempo costituisce una entità esterna in termini di fisicità, ma assolutamente compartecipe in termini spirituali e di conseguenza nel reale. Quanto più viene affidato loro consenso (ovvero fede, convinzione, speranza, fobie, incertezze) maggiore è l'interferenza che possono provocare e l'accrescimento della loro potenzialità. Fin tanto che agiscono sul comportamento di una persona, raramente vengono presi in considerazione (eccettuato quando si parla di possessione), mentre la manifestazione fisica paranormale viene certamente notata e se troppo al di fuori delle regole della uniformità, altererebbe vistosamente il principio di coerenza esistenziale e questo stesso fatto riduce di gran lunga le opportunità che essa possa verificarsi.

Non va tralasciato che il flusso energetico individuale rappresenta una variazione nella costante, ma che anche la stabilizza. La consapevolezza ha in se una forte potenzialità che può consentire ad esempio che la coscienza di un individuo possa trattenersi oltre la fine del suo ciclo vitale ovvero impropriamente rispetto la continuità spazio-tempo. I flussi energetici personali tendono alla separazione ma spesso in modo poco chiaro e casuale si intersecano con scambi di informazioni reciproche o unidirezionali. Percezioni extra sensoriali, reminiscenze di vite precedenti, chiaroveggenza sono alcuni aspetti e quelli che destano molta attenzione e concernono percezioni, manifestazione di spettri e similari, lo spiritismo in generale.