nihilest
<< >>

Mondazione psico-culturale e procedura mentale

Introduzione: poiché il pensiero umano è sottoposto a condizionamenti di ogni tipo e si adatta a muoversi entro degli schemi preordinati è necessario in primo luogo prendere coscienza di tale fatto e se si è individui interessati alla verità, far uso della cosiddetta buona volontà per liberarsi quanto più possibile di tali limitazioni. La capacità di riconoscere quanto asseconda un percorso prefissato ovvero le deviazioni causate da fattori predeterminati e quindi realizzare una epurazione da tali principi discriminanti in senso negativo, consente una maggiore affiliazione al vero, non soltanto di supreme verità (le più difficili e improbabili), ma anche quelle più semplici e quotidiane sull'interazione con il prossimo e il circostante, ma soprattutto su se stessi, nella piena individualità. Ottenere dei risultati efficaci in tal senso non è immediato e potrebbe richiedere anche un ritrattare il tutto acquisito per, alla luce di una nuova analisi, ricominciare da capo, con un nuovo metodo. Di certo la consistenza della meta desiderata può necessitare di un iter specifico, così come l'unicità individuale richiede. Ma uno dei rischi maggiori, dal momento che la mente umana è una bizzarra burlona, raggiunto un modo di riproporsi al reale, questo divenga un altro schema limitante e schematizzante. Per fare un facile esempio, il conformismo degli anticonformisti è molto chiarificatore. La soggettività dell'io è quanto più ostacola l'obiettività della struttura di pensiero che per questa sua debolezza risulta paradossalmente malleabile e sensibile alle manipolazioni esterne condotte da altri io. Ovviamente le influenze esterne limitanti il pensiero non sono soltanto le deliberate manipolazioni, ma tante altre ed il più delle volte semplicemente casuali. L'insidia del falso è la sua fraternità con l'io.

Gli argomenti che da qui seguono tratteranno sulla possibilità di riproporsi ad un livello di pensiero che si pone in difformità all'assunto di adeguamento all'ovvietà di consuetudine e mira a prospettive di evoluzione socio-individuale per mezzo di una rinascita consapevole dell'io.

<< >>